A.S.D.O. Galileo Galilei

Vai ai contenuti

Menu principale:

 News
 
 Prima pagina
 
 Elenco News Completo
 
 Archivio
 
 Ricerca rapida
 

Inserisci testo da cercare:


 
 Prossimi appuntamenti
 
 
 Contatti
 
Find us on Facebook  @ Scrivici
 






SECONDE PROVE SPRINT RACE TOUR E COPPA ITALIA

Prima di un su(u)nto del weekend dell’8-9 aprile, ne approfitto per una comunicazione di servizio riguardo alcune modifiche che si avranno l'anno prossimo, per mettersi l'anima in pace.
 

 

Ad ogni modo, circa su quel ramo del lago di Como che Manzoni è riuscito a far odiare a tutti gli italiani, si sono svolte le seconde provanti prove della Suunto Cup e della Coppa Italia 2017, rispettivamente sprint e long distance. I nostri reporter hanno immortalato il tracciatore di domenica che ha appena ultimato i percorsi.
 


 

LOCATION, 8,5: Sprint a Dervio, cittadina lombarda a bordo lago, caratterizzata da un tessuto urbano moderno nella prima parte di gara ed un centro storico ‘picolo ma carataristico’, con edifici vecchi che, come nei classici borghi antiqui, creano viuzze strette e contorte. Dominica invece si è corso in un bosco alpino, quasi trentinoso e “pianeggiante” (solo se si considera un sistema di riferimento cartesiano opportunamente orientato. Molto gradevole la parte più bassa della carta dove quasi tutti i percorsi passavano e si sviluppavano le tratte più lunghe ed il finale tecnico ed in salita.
 

FEDERICA ANEDDA, 10: Non si dimostra solo una grande orientista conquistando l'argento in W35 domenica, ma anche cuoca, pianificatrice di viaggi, pilota di rally mancata che Seba Loew levati proprio!
 

SANDRO FAVIA, 9: Un misto tra Highlander e Rocky Balboa che conclude un’epica M50 molto ma molto tosta.
 


 

TONDA GIORGIO, 9,5: Grandi prove questo weekend, tra cui spicca un quarto posto domenica in M18 con un podio che era quasi a portata.
 

W20, 9+: Alice Selem non smette di stupire con gare ottime nella categoria dove è una delle più piccine, conquistando un bronzo sabato e sfiorandolo domenica in bosco. Si conferma nelle posizioni standard di quest’anno anche Emy Michelin (7° e 9°) e la Mela finalmente riesce a tornare a correre nonostante gli acciacchi della vecchiaia e le bastardate del kharma che finora sembra essersi divertito sulla sua pelle. Non centra (per ora, ma la vecchiaia arriverà anche per lei) ma da sottolineare la buona gara della nostra Silvietta che arriva 7 in W18 dopo aver ottenuto numerosi intermedi da terzo posto!
 

MASTER! MASTER! Generalmente un bell’8,5 mediando tutte le prestazioni; la punta di n(C4) ripetuto spazialmente con una struttura cristallografica ordinata tetraedrica nata ad alte temperature e pressioni (diamante) è anche questo weekend Mariotto Morena che è la migliore nella sprint di sabato e domenica conclude terza con poco distacco dalla seconda; bene anche Patrizia Bordin, che si sta riprendendo e che a breve si spera tornerà a sgomitare per le posizioni più alte della graduatoria rispetto a comunque ottime settime posizioni. Un po’ più staccati i maschietti.
 

M-W YOUNG, non molto brillanti questo weekend, vittime degli errori tipici della gioventù di noi campagnoli che ci facciamo fregare da distrazioni e dalla classica lanterna fetida che pare nascondersi quando ci sente arrivare (ne so qualcosa anche io…) La speranza è che col tempo e il coraggio di non abbattersi usciranno sicuramente gare che daranno soddisfazione.
 



Pubblicato il 13 aprile 2017 da Luca G.
Content Management Powered by CuteNews
MAIN SPONSOR
Main Links
ClustrMaps
 
Torna ai contenuti | Torna al menu