A.S.D.O. Galileo Galilei

Vai ai contenuti

Menu principale:

 News
 
 Prima pagina
 
 Elenco News Completo
 
 Archivio
 
 Ricerca rapida
 

Inserisci testo da cercare:


 
 Prossimi appuntamenti
 
 
 Contatti
 
Find us on Facebook  @ Scrivici
 






LA MACCHINATA IGNORANTE PER LEICESTER MANCATA

Inutile negarlo. Tutto era pronto. Pulmini noleggiati, documenti per andare oltreconfine, bagagli e qualche provvista. Purtroppo anche un CD molesto. Venerdì pomeriggio col sole che accarezza l'orizzonte e noi carichi per una traversata epica. Ma alla fine l'unico confine superato è quello col Trentino per dirigerci ai Campionati Italiani Sprint e Middle, con la speranza di poter celebrare rumorosamente qualche nostro buon risultato e di alzare al cielo qualche sgabello. Nonostante siamo riusciti ad evitare il campanaro di Mezzano-Imer, a fare danni alle nostre truppe sono stai i preti delle nostre zone con le prime comunioni di alcuni nostri giovanissimi o di famigliari, sperando ora di essere in credito!

 

LOCATION, 10: Il verde di Victoria Park è stato ben sostituito da panorami mozzafiato e stupendi come vedere Marquez doppiato sia delle zone gara sia della sperduta casa dove ci siamo riposati tra una fatica e l'altra. La gara di sabato si è svolta nel paese di 4,186 Joue, per gli amici Caoria, caratterizzato da abitazioni vicine tra loro con pertugi stretti, scalette e salitine come da consuetudine per le città 'trentinose'. Molti anche i terreni aperti ben curati e parchetti con...sassi e roccette anca qua! Unica pecca delle zona vietate non recintate e ben riscontrabili da carta a realtà; ne è uscita comunque una gara piacevole, molto veloce con difficoltà fisiche e tecniche dovute alle scelte di percorso, la velocità di lettura richiesta ed il cambio carta con tranello per certe categorie. Domenica invece la carta è quella di Calaita in località dell'omonimo laghetto, caratterizzata dal sottobosco pesante, un pendio scosceso non mosso da particolari andamenti del terreno ed una zona di prato dettagliato e sassoso in cui v'erano ritrovo e punto spettacolo. Il resto della carta...completamente barrata di rosso per evitare di essere attaccati da un volatile rissoso o salvaguardare ''un uccello stupido che nidifica per terra'' -il gallo cedrone- dal suo triste destino...

 

 

 

 

MARIOTTO MORENA, 10: E' lei che incide il suo nome nella storia del nostro gruppo conquistando il TITOLO ITALIANO SPRINT in W55 dopo quello di Patrizia Bordin l'anno scorso!!!! A dar maggior risalto all'impresa è il fatto che abbia primeggiato nonostante l'accorpamento delle categorie che le ha messo contro avversarie temibili.

 

ALICE SELEM, 8,5: Il cane che morde il padrone non fa notizia, Alice lontana dal podio sabato si.. Purtroppo causa una settimana di febbre e peste non ha potuto essere al meglio, comunque si porta a casa l'argento domenica.

 

EMY MICHELIN, 9,5: Un errore sciagurato in una gara condotta ad ottimo ritmo sembra lasciarla quarta fuori dal podio domenica, ma visto che i francesi non piacciono a nessuno, la giustizia divina -o quella lenta lanta italiana- le appende al collo una bella medaglia di bronzo!

 

MELANIA TINELLI, 7: Una svista sul punto più banale della gara di sabato le costa un piazzamento tra le prime 5 e circa 7 anni di purgatorio...la potete ancora scorgere armata di fionda a tirare santi.

 

FAVIAS, 8: Buone le gare di tutta la famiglia, con Sandro ben piazzato in M45 ed M50 che avrebbe molte chances qualora di facesse anche pulmin-O, Alessia che forse assicurandosi qualche aiuto occulto parlando lingue sconosciute nel sonno stravince il derby interno con Laura in Esordienti e Silvia conclude bene le sue gare nonostante le pause funghi.

 

 

ANEDDA NICOLE, 8,5: A lei la sfida in famiglia col Presidente in WE domenica per pochi secondi, ma rimane l'unica che è stata spronata tramite cocacola e non birra allo sprint finale...

 

FEDERICA ANEDDA, 7,5: Suo il CD molesto che le abbatte il voto 10 costituzionale; sempre per la stessa ragione -come piccola vendetta- aggiungiamo pure che si tratta degli ultimi campionati sprint in cui la troveremo in quarantena così che si possano fare due conti... :P :P :P #rosatocattivo #MUAHAHAHAHAH #piattifreddi #comunqueweloveIlPresidente

Torna comunque ispirata da cotanta beltà:

 

 

 

 

THE COACH, THE PH, THE SCEF, 9: Parliamo della stessa persona, il vecchio Gianni! Dal punto di vista culinario tutti noi ci aspettavamo di peggio, invece il nostro Coach se la cava ai fornelli non rendendo necessario procacciarci un gallo cedrone; come ph ma coglie con incredibile talento le peggiori smorfie dettate dalla stanchezza e dalle salite. Prima o poi Tonda ci vendicherà!!!!

 

GAIA BORELLA, 8: Poche gare e subito capisce come la corruzione tramite dolci è pratica diffusa nella nostra società.

 

MICHELE TERREN, 9° su 80 bestie scatenate a 39'' dal podio sabato nella sprint valgono quasi una vittoria, soprattutto in prospettiva. In più non scassa completamente i difensori ed il famigerato McLean del calciobalilla, col quale può giocare tranquillamente anche con la Emy in squadra.

 

LUCA ROSATO, 8: Weekend privo di acuti -quasi ovviamente!- per un ritmo nella sprint da 'vecchio col cappello'. Domenica tutta l'ignoranza confluisce in una scelta pazza -ma che rifarebbe- domenica nella middle che gli fa perdere il saluto di molti orientisti...

 

BORDIN PATRIZIA, 10: Quarta per pochissimi secondi sabato, si rifa con gli interessi domenica con un secondo posto in W55. Di seguito le foto dei premiati!

 

 

-



Pubblicato il 13 maggio 2016 da OriBruni
Content Management Powered by CuteNews
MAIN SPONSOR
Main Links
ClustrMaps
 
Torna ai contenuti | Torna al menu