A.S.D.O. Galileo Galilei

Vai ai contenuti

Menu principale:

 News
 
 Prima pagina
 
 Elenco News Completo
 
 Archivio
 
 Ricerca rapida
 

Inserisci testo da cercare:


 
 Prossimi appuntamenti
 
 
 Contatti
 
Find us on Facebook  @ Scrivici
 






SI FA SUL SERIO!!!!

SI FA SUL SERIO!!!!

Sabato 19 e domenica 20 marzo segnano l'inizio della stagione ufficiale delle gare nazionali, e torna atteso da quasi 5 mesi il resoconto sportivo più marcio e delirante che si possa trovare online. Ecco il pagellone delle gare di Pieve di Soligo e Barbisano in esclusiva sul sito del Galilei :)

LOCATION, 9,5 : E' il contorto centro di Pieve di Soligo city ad ospitare la prima tappa della Sprint Race Tour 2016. Particolarmente intricata e ricca di scalette, portici stretti e passaggi 'multilevel' -nei quali i tracciatori hanno avuto vita facile a renderci la vita difficile- è stata la zona più ad est, con la quale abbiamo fatto conoscenza per prima, mentre in generale ci siamo trovati con una seconda parte più scorrevole e da corsa selvaggia con attenzione da dedicare a scelte intriganti. Domenica invece è la volta delle grezze colline ricche di vigneti di Barbisano, in cui però in una zona sono cresciuti più roccioni che alberi, dalla quale solo grazie al generoso ingrandimento fornito siamo potuti uscire senza dover adoperare il kit di Bear Grylls. A Crudelia Demon piace questo elemento.



ALICE SELEM, 10: Comincia subito con una doppietta per far capire che anche quest'anno negli articoli per parlare delle sue prestazioni mi basterà un vocabolario ristretto: se il podio fosse una nazione la nostra Alice la chiameremmo sicuramente Putin.

CLELIA FILESI, 7,5: Gara sprint nella norma, con un buonissimo sesto posto a circa un minuto dal podio. Domenica però, dopo aver sentito lo speaker Galletti chiamare la pietraia ''Rock Paradise” ha tolto la tuta da gara e la sicard e per far posto ad una maglietta dell'Hard Rock Café ed all'accendino da concerto e ciao a tutti.

SCOBIOALA ALINA, 8,5: wow, 9° posto in coppa italia in W16 all'esordio in categoria! Gara splendida in un terreno che poteva incasinare parecchio, ed acuto che ripaga dell'allenamento svolto con fatica quest'inverno.

MICHELE TERREN, 8,5: Sprint ottima sesto posto a 58'' dai marziani, rispetto all'anno scorso ha guadagnato parecchio terreno nei confronti dei propri avversari diretti -ok, pessima ma ero in crisi creativa -.-' .

FEDERICA ANEDDA, 10: Ahi ahi ahi, saltare un punto non è da lei...però riesce a far correre Paolo, affronta la temibile middle in Elite, ed è il nostro Presidente a cui tutto -per sta volta- è perdonato.

LUCA ROSATO, 9,5: Di Caprio ha vinto l'Oscar e Rosato arriva 3° in una gara tecnica in bosco ed è pure premiato (-ogni riferimento a liguria 2014 è puramente casuale...) : se oltre a ciò, riesce a completare una sprint senza errori ed a piazzarsi 14° in M Elite davanti a nomi importanti i barboni per strada fanno bene ad iniziare gridare che la fine del mondo è vicina.

EMY MICHELIN, 9: Con le prime tratte prese con calma si dimostra alla pari con le sue forti coetanee. Medaglia di bronzo a Pieve, in una gara comunque caratterizzata da errori da chi non ti aspetti e desiderava sfruttare meglio ma questi suoi discorsi iniziano a sembrare un po' troppo da secchioni. Purtroppo quarta domenica e lunedì verifica di fisica non fa molto piacere...

MELANIA TINELLI, 7,5: Gare non eccezionali purtroppo, nonostante l'alacre ed indefesso lavoro fisico per recuperare la condizione occorrà ancora un po' di tempo per la brillantezza tecnica. Ha comunque una cattiveria in corpo che con uno sguardo la tenda ha capito che deve smontarsi da sola e rientrare nella custodia muta e senza fiatare...

MASTER, 8: E' mancato un loro risultato roboante da prima pagina, ma tutti quanti in questo weekend hanno avuto buoni piazzamenti: Marika Mattiuzzo 6° in w35 entrambe le gare, Chiara Daniel -che da chimico non posso non notare l'energia extra che ricava dalle pile ;) - 10° e 4°, Morena 5° sabato ed 8° domenica, Monica Perissinotto 10° e 6°.

GIOVANISSIMI, 9: Ai miei tempi era quasi un'utopia sperare di vedere un gruppo così cospicuo appassionarsi e partecipare così numerosi e coraggiosi alle gare. Da esempio l'atteggiamento di Velentina Nori, che nonostante un'ingessatura colorata e firmata al braccio partecipa ad ogni gara ed allenamento che tanto per correre mica servono le mani. Grazie anche al costante lavoro di Monica e del Coach ottengono pure dei buoni risultati, come Nori Aurora + Berlin Andrea che domenica arrivano 5° nel percorso bianco, battendo pure i Taffarellos (comunque 10° ed 11° su più di 40 iscritti), nel quale ben figurano anche Berti Camilla e Gambaro Laura domenica, mentre in categoria W12 buon tempo per Nori Valentina. Spero di non aver dimenticato nessuno, in caso contrario dite parole alla Emy per non aver controllato!

The COACH, 9: Da una manega de scalmanati e disgraziati -uno su tutti l'autore dell'articolo per intenderci- ha plasmato un gruppo affiatato e che ingrana dei buoni risultati. Nonostante uno strappo perdurante da lipica, domenica corre lo stesso per dimostrare di non essere solo un simpatico fotografo, arrivando addirittura 9° al traguardo in M45 ehm, no, ormai è 60... mentre sabato, ingannato dal sito che aveva postato la mappa del ritrovo con delle aree sbarrate di rosso rinuncia a partire convinto di avere dei bei cantieri a portata di mano...

TONDA GIORGIO, 9: ''Finalmente potrò far parte del pagellone'', le prime parole da galilei, dette quasi con commozione, o terrore, boh...Ad ogni modo anch'egli mezzo infortunato corre solo domenica con uno straordinario 7° posto in M18 ad un minuto dal podio, mentre sabato si rivela essere un reporter d'assalto che manco una granata o Barbara d'Urso struccata può spaventare, occupando un punto della traiettoria che portava me dallo start alla 1 per realizzare il primo reportage dal campo di battaglia firmato Galilei.


Rosato

 



Pubblicato il 23 marzo 2016 da OriBruni
Content Management Powered by CuteNews
MAIN SPONSOR
Main Links
ClustrMaps
 
Torna ai contenuti | Torna al menu