A.S.D.O. Galileo Galilei

Vai ai contenuti

Menu principale:

 News
 
 Prima pagina
 
 Elenco News Completo
 
 Archivio
 
 Ricerca rapida
 

Inserisci testo da cercare:


 
 Prossimi appuntamenti
 
 
 Contatti
 
Find us on Facebook  @ Scrivici
 






IL GRAN FINALE DEL 2015

Giunge inesorabile come un'interrogazione o un esame la fine della stagione di gare nazionali 2015 in cui viene riconosciuto l'impegno di tutto un anno con le classifiche a punti. E' anche il momento dell'ultimo sforzo, che sia l'ultimo assalto ad una posizione che precede o un'estrema difesa della propria da ciò che sembra una prepotente mandria di tori ai quali furbescamente si è deciso di tirare la coda per fargli uno scherzetto.
Sto giro erano 3 le classifiche di questo genere che richiedevano la nostra attenzione: la Coppa Italia, la Suunto Sprint Cup ed il Campionato Italiano per Società. Per la prima volta quindi tutti sono stati chiamati a lottare per una di queste graduatorie; ognuno di noi era un ingranaggio fondamentale -visto che è stata bocciata l'idea dei piani bassi di richiamare alle armi chiunque avesse mai tenuto in mano una bussola ed i propri animali domestici- almeno per la classifica di società, quella per la quale si gareggia per il cicciotto ranocchio giallo.
Ma le missioni non erano poi tra le più semplici: sabato la finale della Suunto a Schio, caratterizzata da gare brevi e tecnicamente molto valide con scelte di percorso su tratte di varia lunghezza in zona cittadina e parchi molto particolari che mettevano a dura prova le skills orientistiche; domenica la gara di Campomulo nelle zone dei mondiali middle 2014 tracciate da Cristian Bellotto: sembra già tosto visto che Le Roi Gueorgiou -ci si alzi in piedi!!!!- ne è uscito sconfitto, ma non basta -ah, risedetevi pure-: temperatura non superiore ai 279,15 K , neve e rocce che sconsigliavano lo sci di fondoschiena...
 


Campomulo 16/10/2015


Campomulo 18/10/2015
 

Comunque:

SETTORE GIOVANILE, 10. Oh, ce lo siamo meritati!!!! Nessuno di noi è stato recuperato domenica mentre era diretto a Gallio ed abbiamo concluso al SESTO POSTO nel Campionato Italiano Società, il risultato migliore degli ultimi anni e -chiederemo ai nostri matusa- forse uno dei migliori della nostra storia quasi trentennale ottenuto tra l'altro con una squadra ancora anagraficamente giovanissima, con le nuove reclute già coraggiosamente in categoria (Alessia Favia e Laura Gambaro in W12 che portano a termine la loro gara). Grande merito del salto di qualità va sicuramente ad Alice Selem (9,5) che, pur non avendo firmato ancora nessun articolo si fa perdonare concludendo al secondo posto la Suunto Cup dopo una vittoria mostruosa sabato ed al terzo la Coppa Italia. La sorpresa del weekend è finalmente Luca Rosato (8,5) ''che andrebbe premiato solo per aver vinto un premio'' [cit Silvia], visto che non solo porta a casa la medaglia di bronzo della Sprint Race Tour (Yuppie!!!!) ma...domenica va dritto in bosco e conclude una gara decorosa: non a caso è stata vista la Clelia avere freddo. Proprio Clelia (8) è stata l'atleta che forse è più migliorata quest'anno ma purtroppo anche la più sfortunata, avendo perso due medaglie di bronzo per soli 10 secondi: abituata dalla gara di Col Cumano domenica prova comunque a scappare con il premio alimentare di un'avversaria facendo finta di niente. Implacabile nel trovare distribuzione di glucosio, Emy Michelin(8,5) corre come una furia la gara di sabato per comunicare a tutti l'ubicazione di una golosa yogurteria, terminando la gara in seconda posizione, balzando al secondo posto pure nella classifica finale e lasciando un artistico segno delebile del nostro passaggio. Meno brillante domenica, ma c'era solo un rifugio e la torta non poteva scappare...
 


 

Non meno importante anche il contributo domenica e durante l'anno di Silvia Favia (8° finale Coppa ITA), in W16 alla Suunto Cup portano un complessivo carico di punti Gaia Ferrante e Emily Bernardi (alla fine 8° e 13), Beatrice Artusi, Asia aAntonello e Alina Scobioala (rispettivamente 23°, 26° e 31° in una classifica di quasi 50 iscritte) e la voglia di esserci e di combattere dei nostri ''giovanissimi veterani'' della M14 Michele e Rocco, partiti domenica dopo un mese in cui per rogne fisiche alle ginocchia non hanno potuto prepararsi al meglio (in classifica finale Coppa Italia 8° e 13°).

SETTORE ASSOLUTI, 9: Sebbene la fascia d'età ''dei meno giovani'' sia quella con meno partecipanti, si sono ottenuti anche qua dei buoni risultati soprattutto in Coppa Italia. Le Aneddas, benché reduci da una festa di matrimonio il giorno prima hanno entrambe ottenuto un podio domenica (rispettivamente terza il Nostro Presidente (10 e alzatevi in piedi!!!!) in WA e seconda Nicole in WB) dimostrandosi una certezza come la Champions League in diretta per i prossimi tre anni solo su Premium -risiedetevi pure.

SETTORE VETERANI, 10. Forse l'ultima volta con la neve stavano scappando dai russi, ma anca sta volta l'ossatura della nostra società non scricchiola! Il podio più bello del weekend è senza dubbio quello di Monica Perissinotto (9,5), per la prima volta sul podio della classifica finale di Coppa Italia dopo i numerosi quarti posti ed aver fatto le scarpe chiodate ad avversarie scaltre e fortissime fisicamente. Nella stessa categoria e graduatoria -W 55- celebriamo anche il successo di Patrizia Bordin, seconda di giornata e già abituata a calcare i lignei gradini dei podi nazionali!
 


 

Anche tra i master sono numerosi i buoni piazzamenti: a Schio 3° Rolando (M65) e 4° Morena e Patrizia (W55); a Campomulo 4° Angelisa (W65) e Marika (W35) che riesce a salire al terzo posto della classifica generale Coppa Italia.

Oltre a ciò vanno aggiunti i buoni piazzamenti di Paolo Campagner (7° domenica), del Coach, di Daniele e di Sandro che non si arrendono di fronte a queste difficoltà. Ricordo anche i risultati di Alvise e della Melania nella prima parte di stagione; questo perché è merito di tutti se oggi siamo LA QUINTA SOCIETA' ITALIANA GENERALE!!!! Quindi come disse Fabio Caressa il 9 luglio 2006 ''abbracciamoci tutti e vogliamoci bene, perché oggi è più bello essere un galilei'' [cit].



Pubblicato il 24 ottobre 2015 da Luca G.
Content Management Powered by CuteNews
MAIN SPONSOR
Main Links
ClustrMaps
 
Torna ai contenuti | Torna al menu