A.S.D.O. Galileo Galilei

Vai ai contenuti

Menu principale:

 News
 
 Prima pagina
 
 Elenco News Completo
 
 Archivio
 
 Ricerca rapida
 

Inserisci testo da cercare:


 
 Prossimi appuntamenti
 
 
 Contatti
 
Find us on Facebook  @ Scrivici
 






Campionati Italiani in Liguria

Sono stati senza dubbio tra i più tosti degli ultimi anni, sia dal punto di vista tecnico che da quello fisico e forse anche psicologico, visto che ci arrivavamo dopo un'estate di allenamento e c'era particolarmente la voglia di riuscire a dare il proprio massimo. Sabato 26 e domenica 27 settembre, date delle prove valide per assegnare i titoli nazionali, sono alla fine giunti e, superati, è ora di tirare le somme, visto che i santi in bosco sono stati già tutti tirati. Ritorna dunque il pagellone, subito dopo aver gridato in anteprima che abbiamo LE NUOVE VICECAMPIONESSE ITALIANE DELLA STAFFETTA W17!!!!


 

Ma andiamo con ordine e vediamo innanzitutto dove abbiamo corso;
 
LOCATION 7,5: Beh, i boschi ed i terreni liguri non necessitano di molte presentazioni... Benché si sia riusciti a rendere la staffetta interessante tecnicamente, essa è stata corsa su un terreno a detta di molti più adatto a Bear Grills che ad una relay, pericoloso in certi tratti, con delle picchiate micidiali tra rocce e verde 1 ed un po' snervante per l'attraversamento dei torrenti dalle rive più alte senza modo di evitare la ''scelta bulgara'', il tutto con la pressione di dover dare il cambio migliore ai propri frazionisti. La Gara Long è stata ricca di punti per tutti i tracciati, alcune categorie ripide quasi al limite del 5%, con però una piacevole alternanza di zone e ritmo di corsa e possibilità di scegliere se attivare la modalità bulldozer dritto per dritto o fare le scelte furbette più larghe.
 
STAFFETTA M17, 9: ...come il piazzamento di domenica in una categoria numerosa e con atleti con già abbondante esperienza. Ottimo il lancio di Michele Terren (9,5) che transita ottavo nonostante una dolorosa botta al ginocchio; costante nei piazzamenti delle gare nazionali, 8° anche sabato e primo veneto; reggono bene l'urto degli altri frazionisti Silvia Favia (8) - nonostante l'assenza di barba, baffi ed ispidi peli superflui sul petto - e Rocco la mietiTrebbia Franceschini (8) sopravvissuto non tanto alle gare ma alle notti, visto che anche Padre Pio come noi avrebbe pensato di soffocarlo con un cuscino visto il tremendo russare. Essendo l'unico veramente riposato, sabato porta a casa un buon 12° posto ed altri punti per la Coppa Italia.
 
STAFFETTA M45, 6: Purtroppo fuori classifica. Va comunque considerato che i 45 per i suoi componenti sono già un ricordo più o meno lontano, e nelle loro categorie essi hanno ottenuto buoni risultati il sabato, con il cOAch Mazzeni che senza cercare su gughel maps arriva 8°, Paolo Campagner 7° in M60 e Sandro Favia continua nei suoi miglioramenti in M50.
 
STAFFETTA MAK, 6,5: Nonostante fosse una staffetta un po' improvvisata, con comunque buoni atleti senza una partners per la propria categoria, si sperava in qualcosa di meglio non tanto sulla classifica ma sulle prestazioni personali; buono il lancio del Presidente Anedda Federica (9), classificata 3° il giorno prima in WA ad un solo secondo dall'argento, che ancora una volta in bosco lento e tecnico mi dà paga, e non mi riferisco ai soldi del pranzo...Luca Rosato infatti (6) per quanto elettrizzato dai lunghi tratti obbligati in prato conclude una frazione disastrosa mentre il giorno prima sbaglia il classico punto che anche un eso farebbe easy; ma l'eroe di giornata è senza dubbio Daniele Ferrante (8), che termina la gara più tosta da lui svolta in carriera grazie alla bandana alla Rambo e forse ai consigli del personale del ristoro di sabato -ebbene si, ho visto tutto, muahahahah!!!!.
 
STAFFETTA W55, 8: Quarto posto finale come risultato con il podio forse raggiungibile con qualche errorino in meno è un buonissimo risultato, specie valutando la forza delle staffette medagliate. Weekend non molto positivo per Patrizia Bordin (6,5) stranamente distante dalle posizioni che le competono, per Angelisa Spolaor (8) andamento regolare nell'individuale e miglior frazione domenica mentre sfortunato per Monica Perissinotto (8), per la seconda volta quest'anno quarta nell'individuale.
 
STAFFETTA W17-2, s.v. : Oggettivamente tracciato troppo impegnativo da affrontare al primo anno di pratica sportiva, mentre gara individuale ben portata a termine in W14 per Artusi Beatrice, Gaia Ferrante e Berardy Emily. Il tempo è dalla loro parte!!!!
 
STAFFETTA W17-1, 10 : Bravissime a gestire la gara e la grande pressione che si ha quando si è nel gruppo dei favoriti fin dal quarto posto dello scorso anno, quando le tute di rappresentanza nuove da zippare completamente fino all'ultimo centimetro sembrano arrivate apposta per una grande occasione e quando le gare di sabato non vanno come ci si aspetta. Ottimo il lancio di Emy Michelin (8,5), vittima del 15.000 il giorno prima, che controlla bene in bosco e poi stacca tutte in salita come predicato dal Vangelo secondo Luca, Clelia Filesi (8,5) mantiene le posizioni di testa senza fermarsi a discutere con lo speaker sulle 'e' aperte/chiuse o accenti per acclamare l'arrivo di Alice Selem (9), quinta nella puntata di sabato ma che può celebrare con le sue amiche e compagne la seconda medaglia italiana della sua stagione.
 
ALVISE RUMOR, 10: Se ne sta beatamente in spiaggia a Tenerife in Erasmus, beh... credo abbia vinto tutto!!!!



Rosato


Pubblicato il 30 settembre 2015 da Luca G.
Content Management Powered by CuteNews
MAIN SPONSOR
Main Links
ClustrMaps
 
Torna ai contenuti | Torna al menu