A.S.D.O. Galileo Galilei

Vai ai contenuti

Menu principale:

 News
 
 Prima pagina
 
 Elenco News Completo
 
 Archivio
 
 Ricerca rapida
 

Inserisci testo da cercare:


 
 Prossimi appuntamenti
 
 
 Contatti
 
Find us on Facebook  @ Scrivici
 






CAMPIONATI ITALIANI SPRINT E MIDDLE 2015

Come promesso ecco il resoconto dei Campionati Italiani sprint e middle ai quali abbiamo partecipato questo weekend.

Prima di sguinzagliare la parte della mia mente più infima e degradata che andrà a comporre il pagellone, consentitemi una menzione di merito straordinario ad un'atleta per la quale è sempre difficile ogni volta trovare giri di parole e variationes per raccontarne le gesta ogni domenica, che sabato 16 maggio è entrata nella hall of fame dei campioni italiani della nostra società: ebbene si, ALICE SELEM E' CAMPIONESSA ITALIANA SPRINT IN W16, e riporta nuovamente un titolo nella nostra cara campagna dopo l'ultima impresa di Alvise nei long 2011. Inizia veramente a sorgere il sospetto che nasconda lontane origini trentine o svedesi!!!!

LOCATION, 8,5: Media matematica tra il 10+ della località Millegrobbe ed il 7- di Lavarone. Già il fatto che il sottoscritto non particolarmente amante delle selve incontaminate dia tale voto dopo un lungo, attento e approfondito esame in loco suggerisce la bellezza di questo posto che sembra nato e cresciuto per ospitare l'orienteering: ottima percorribilità, dettagli fini come buche e piccole depressioni, rocce presenti ma senza arroganza o rendere la mappa un dalmata e vari punti d'attacco per ogni lanterna.
Invece parere comune e diffuso è che sia stata un po' una forzatura optare per la località Gionghi per il campionato sprint, così prevalentemente ridotto ad un continuo control picking con cambi di ritmo ma senza però che ci fossero vere e proprie scelte di percorso protagoniste che influenzassero le classifiche.

MICHELE TERREN, 9: Nonostante la sfilza infinita di avversari in categoria, conquista un perentorio 7° posto in M14 nella gara middle in un tracciato previsto anche per la M16 mentre sabato precede di soli 2” Rocco, comunque credo cagione di gongolamento.
I primissimi sembrano di un altro pianeta ma siamo certi che sta cercando su e-bay dei pezzi di astronave a buon mercato per raggiungerli.

LUCA ROSATO, 6,5: Oggettivamente deludente nella gara sprint di sabato, mentre solo ottima corsa domenica: peccato che trovare le lanterne in maniera precisa sia una parte non indifferente di questo sport.

ALVISE RUMOR, 8: L'ottima conoscenza delle regole del gioco gli permette dei buoni piazzamenti nella categoria assoluta maschile, in particolare domenica a meno di un minuto da Tommaso Scalet.

CLELIA FILESI, 8- : Paradossalmente molto meglio domenica con un 6° posto nella middle in W16 che sabato nella sprint, dove di solito è precisa come un libro di grammatica e veloce come quando suona i Megadeth col violoncello.

SILVIA FAVIA, 6,5: Due gare con piazzamenti a metà classifica, ma pian piano sta imparando trucchi e nozioni per 'seminare' le avversarie.

EMY MICHELIN, 8 : Sabato distante dalle prime mentre domenica ottima 7° posizione, però se le gare cominciassero dalla seconda lanterna si sarebbe giocata posizioni molto più importanti.
Evito scontati accostamenti stand dell'energy drink/ artistico ma mezzo voto in meno per le foto a tradimento.

BORDIN PATRIZIA, 9,5 : Eccezionale bronzo sabato nella specialità sprint a soli 4” dal secondo posto in W55, è il secondo risultato migliore per distacco del weekend eclissato solo dall'impresa in W16.

FEDERICA ANEDDA, 9,5: Top 20 in entrambe le prove in WE non è affatto una brutta cosa, e da abile politicante dar da bere a colui che redige le pagelle è stata un'ottima mossa per ottenere un voto alto -e che ciò sia di motivazione per tutti!

Rosato



Pubblicato il 19 maggio 2015 da Emy
Content Management Powered by CuteNews
MAIN SPONSOR
Main Links
ClustrMaps
 
Torna ai contenuti | Torna al menu